Politica su privacy e cookie

Per aiutarci a migliorare i servizi e rendere questo sito ancora più utile, Maico inserisce dei cookie sul tuo pc. Leggi la Politica sui Cookies. L'utilizzo di questo sito conferma implicitamente l'accettazione dei cookies.
Maico Italia - Sentire meglio è possibile!  >  CHI SIAMO  >  Storia & Tradizione Maico
 
     

Storia & Tradizione Maico

Dal 1937 Maico è leader nella tecnologia innovativa al servizio dell'udito. La nostra missione è stata, fin dall'inizio, fornire alle persone con ipoacusia soluzioni per aiutarli a sentire e comunicare meglio, migliorando la qualità della loro vita.
Per la corretta visualizzazione dei video ti consigliamo di utilizzare uno di questi browser: Firefox, Google Chrome, Microsoft Egde, Safari
Gli anni ‘30

Il dottor Leland Alfred Watson (1907-1960), dopo essersi laureato all’Università di Minnesota ed essersi specializzato ad Oxford, in Inghilterra, grazie alla borsa di studio della American Rhodes Scholars vinta nel 1930, nel 1933 inizia a lavorare a Minneapolis nella Sonotone Minnesota Corporation. Essendo figlio di un otorino, si rende ben presto conto che occorreva sviluppare apparecchi più semplici per i test audiometrici, poiché quelli già in commercio richiedevano complessi calcoli per la misurazione della perdita uditiva dei pazienti.

Nel 1936 prende in affitto una stanza nel Walker Building di Minneapolis in cui apre il primo laboratorio della Medical Acoustics Instruments Company (più tardi conosciuta come MAICO). Inizia a produrre a mano i primi dodici audiometri, vendendone il primo nel mese di marzo. Dopo piccole modifiche rispetto al progetto originale, viene messo in produzione con il nome commerciale di MAICO D-4.

Nel 1938 produce “Listener”, il suo primo apparecchio acustico composto da un microfono, un ricevitore, un amplificatore e due batterie.

Nel 1939 vede la luce l’audiometro D-5, il primo a garantire un’accurata misurazione della perdita uditiva grazie all’introduzione del parametro denominato zero reference level. E’ il primo audiometro ad essere riconosciuto dall’American Medical Association (AMA).


Gli anni ‘40

Durante la Seconda Guerra Mondiale a MAICO vengono assegnati importanti riconoscimenti per il contributo dato alle forze armate: il 16 marzo 1944 la US Navy conferisce alla MAICO il Navy “E” Award, un’onorificenza riconosciuta alle aziende che si sono distinte nel rifornimento di materiali utilizzati per gli equipaggiamenti di guerra con la motivazione di aver fornito il 90% degli strumenti per test uditivi al governo federale USA.

Nel maggio del 1944 MAICO si trasferisce in un proprio stabilimento più moderno e rispondente alle sue crescenti esigenze. Subito dopo la guerra viene prodotto il nuovo apparecchio Maico UA, il primo a combinare batterie e microfono-amplificatore in un piccolo contenitore.


Gli anni ‘50

Nei primi anni 50’ Maico mette in produzione il Chromalizer, utilizzato dagli insegnanti della scuola per bambini sordi di Knoxville nel Tennessee per permettere di associare le parole pronunciate ai colori. I sei pannelli della macchina rispondono con differenti livelli di illuminazione e combinazioni di colore in accordo con le frequenze dei suoni emessi dai ragazzi, aiutando gli insegnanti a correggerne le forme espressive.

Nel gennaio 1953 MAICO mette in produzione il Transist - Ear (Model O), il primo apparecchio acustico al mondo ad essere realizzato interamente con i transistor e senza l’utilizzo di tubi sottovuoto, impiegando la tecnologia elettronica più avanzata disponibile al quel tempo: omologato all’American Medical Association ottiene una serie di primati che costituiscono le pietre miliari nella ”lotta alla sordità”.

Con la rivoluzione dei transistor infatti gli apparecchi acustici diventano sempre più piccoli e presto vengono montati in modo da poterli indossare comodamente tra i capelli, come orecchini decorativi o come clip da collo fermati agli abiti.

Nel 1957 continua il successo dei prodotti MAICO: gli ”occhiali acustici Maico AF” vincono il premio dell’Industrial Design Magazine. Nel 1958 l’azienda presenta l’innovativa “Burgess-Manning”, una cabina per test uditivi accurati capace di escludere i rumori ambientali di fondo, e l’audiometro automatico “Rudmose”. Questo audiometro, che non richiede la supervisione di personale qualificato, impedisce la falsificazione del test da parte del soggetto analizzato e l’operazione completa viene effettuata in soli sei minuti.

Nel 1959 gli “occhiali indossabili” vengono perfezionati grazie al rivoluzionario apparecchio inserito nelle aste degli occhiali, denominato “HRG”. MAICO reinventa lo stile dell’apparecchio acustico attraverso un prodotto più glamour, più sottile e più leggero rispetto a quello proposto dai concorrenti. Un’altra rivoluzione firmata MAICO è il bottone auricolare che, dai modelli neri e visibili, viene rimpiazzato con un più piccolo bottone color carne e, successivamente, in plastica trasparente.


Gli anni ‘60

Nel 1960 Leland Watson, fondatore della MAICO, rimane vittima di un incidente aereo, ma l’attività dell’azienda prosegue. Nel 1966 MAICO diventa parte della Textron Inc. che acquisisce la Shaeffer-MAICO, trasferendone la sede a Edina, a pochi chilometri da Minneapolis.


L’azienda oggi

Dal 1994 fa parte della William Demant Group di Copenaghen, la multinazionale danese che sviluppa, produce e vende prodotti e strumentazioni dedicati all'udito.

La tecnologia innovativa degli apparecchi acustici Maico risponde efficacemente alle diverse esigenze di strategie di amplificazione dei pazienti ipoacusici.

In Italia il Gruppo conta più di 170 centri acustici distribuiti su tutto il territorio che operano in totale autonomia, in esclusiva territoriale del marchio.

Invia questa pagina a un amico
Invia a questo indirizzo email * : Prego, scrivi un indirizzo email valido.
Nome del tuo amico/a * : Prego, scrivi qui il nome del tuo amico/a.
Il tuo nome * : Prego, scrivi il tuo nome.
FacebookinstagramTwitterGoogle +
Chiamaci per metterti in contatto con i Centri Acustici Maico in tutta Italia.
Scarica la maico app
Scarica subito gratis la Maico app
Ogni apparecchio acustico è realizzato con funzioni e livelli di tecnologia diversi. Ecco come capire qual è più adatto alle tue esigenze
© Maico S.r.l. - Via Giorgio Ribotta, 21 - 00144 Roma
C.F e P. Iva 03599551003 - Cap. Soc. €50.000 i.v. REA RM - 674957
Stampa data:A.D..51.anno
Stampa sorgente:Maico Italia - Sentire meglio è possibile! > CHI SIAMO > Storia & Tradizione Maico

Maico s.r.l. - P.za delle Crociate,2 00162 Roma - Tel. 06 4404286 - www.maicoitalia.com